+39.051.2962511

Via delle Donzelle, 2 - 40126 Bologna (BO)

Home / Ricerca nel portale

Monte di pietà di Milano, Milano, (1483-1938)

Anno di fondazione 1483

Fondatore
Domenico Ponzone; fra' Colombano; Ludovico Maria Sforza

Denominazioni
Monte di pietà di Milano (1483-1938); Monte di credito su pegno di Milano (1938).

Periodo di attività
1483 -????

Localizzazione
Nazione: Italia - Regione: Lombardia - Provincia: Milano - Località: Milano

Attività del Monte di Pietà

Storia
Il primo tentativo di fondazione del Monte risale al 1483, quando alcuni cittadini ne tentarono l'istituzione su spinta della predicazione dei francescani Domenico Ponzone e fra' Colombano. La fondazione vera e propria del Monte va però fatta risalire al proclama ducale del primo luglio 1496. La spoliazione subita nel maggio 1796, dopo l'occupazione francese, comportò la chiusura del Monte fino al 1804. Riorganizzato, nel 1807 venne riunito con gli altri luoghi pii milanesi nella Congregazione di carità, sotto la cui amministrazione rimase fino al 1819. Nel 1935 inglobò il Monte di pietà di Monza. Nel 1938 mutò nome in Monte di credito su pegno, essendo riconosciuto nella classe dei monti di prima categoria, inglobando i Monti di Cremona e Mantova.

Attività
Prestito su pegno senza tasso d'interesse fino al XVII secolo

Quadro giuridico
Primo statuto emanato da Ludovico Maria Sforza del giugno 1497; statuto emanato da Vittorio Emanuele II nel febbraio 1865; statuto dell'aprile 1910

Organizzazione interna
Secondo lo statuto del giugno 1497, il Monte era retto da un capitolo formato da dodici cavalieri milanesi, che rimaneva in carica per un anno. Nel 1760 la carica venne estesa a dodici anni. Negli anni ottanta del Settecento, il Capitolo venne sciolto da Maria Teresa, che affidò il Monte ad un amministratore unico eletto dal Governo. Il Capitolo venne ripristinato nel 1791 da Leopoldo. Nel 1825 il Monte fu nuovamente affidato ad un amministratore unico e lo rimase fino al dicembre 1866, quando questi venne sostituito da una giunta di quattro membri che amministrava il Monte assieme agli altri istituti pii milanesi.

Descrizione archivio

Denominazione
Monte di credito su pegno di Milano - archivio storico

Link
http://www.lombardiabeniculturali.it/archivi/complessi-archivistici/MIBA01AD5C/

Date
1458-1845

Consistenza
54 pacchi

Soggetto conservatore
Banca Regionale Europea spa

Link soggetto conservatore
https://www.ubibanca.com/brebanca

Storia archivistica
L'archivio comprende anche la documentazione prodotta dal Monte di pietà di Mantova, dalla fondazione nel 1484 alla cessazione nel XIX secolo, e dal Pio Rifugio delle Donne Convertite di S. Valeria, il cui patrimonio venne devoluto al Monte nel 1786. Tutta la documentazione manca ancora di inventariazione.

Ambiti e contenuti
Documenti di fondazione (1496-1501); Statuti (1496-1810); Ordinazioni capitolari e ordinanze (1497-1845); Collezioni e riassunti (1497-1795); Libri contabili (1502-1834); Libri mastri (1506-1804); Privilegi e donazioni (1506-1780); Indulgenze, processioni e culto (1503-1750); Fabbricati (1783-1786)

Strumenti di ricerca
Giovanni Antonio De Capitani di Settala, Inventario, 1795; Piero Compostella, Monte di credito su pegno di Milano. Inventario-guida dell'archivio storico, in Archivi storici delle aziende di credito, 2 voll, Roma, Associazione Bancaria Italiana, 1956, II, pp. 273-293

Relazioni
Monte di pietà di Cremona; Monte di pietà di Mantova; Monte di pietà di Monza

Bibliografia
Felice Calvi, Vicende del Monte di pietà in Milano, Milano, Tipografia Pietro Agnelli, 1971; Pietro Ghinzoni, Documenti riferentisi al soggiorno in Milano di fra' Bernardino Tomitano da Feltre: estratto dall'Archivio di Stato di Milano, Feltre, Premiata Tipografia Panfilo Castaldi, 1881; Arturo Stabilini, I bilanci consuntivi del Monte di pietà di Milano, in «Bollettino delle Opere Pie», IV (1893), pp. 252-255; E. Crepas, Il Monte di pietà di Milano, in «Rivista della Beneficenza Pubblica», XXIV (1896), pp. 37-42; Giovanni Battista Picotti, D'una questione tra Pio II e Francesco Sforza per la ventesima sui beni degli ebrei, in «Archivio Storico Lombardo», XL/2 (1913), pp. 184-213; Enrico Ronzani, Il Monte di pegni in Milano, in Idem, Gli istituti ospitalieri di Milano dal XV al XX secolo. L'igiene ospitaliera attraverso cinque secoli, Genova, Edizioni dei nosocomi nazionali, 1937, pp. 127-128; Piero Compostella, Il più antico istituto di credito milanese, Milano, Alfieri e Lacroix, 1941; C. G. Colli, Cronache e dettagli sulla vita del Monte milanese, in «Rivista degli Istituti di credito su pegno», XXXV/10 (1941), pp. 1-8; A. Argenti, Il Monte di pietà di Milano, in «La Martinella di Milano. Echi dell'anima lombarda», II/12 (1949), pp. 211-215; Idem, Il Monte di pietà di Milano (nel XVIII e XIX secolo), in «La Martinella di Milano. Echi dell'anima lombarda», III/1 (1949), pp. 14-19; Idem, Il Monte di pietà di Milano (nel XX secolo), in «La Martinella di Milano. Echi dell'anima lombarda», III/9 (1949), pp. 190-194; Gino Barbieri, Un personaggio del Manzoni nei documenti archivistici del Monte di pietà di Milano, in Archivi storici delle aziende di credito, 2 voll, Roma, Associazione Bancaria Italiana, 1956, I, pp. 3-34; Idem, Cenni storici sul Monte di pietà di Milano, in «Archivi storici delle aziende di credito», I (1956), pp. 653-677; Idem, Il Monte di pietà di Milano. Le origini (1486-1528), Milano, Banca del Monte, 1966; Lorenzo Lorenzi, Cenni storici sull'attività bancaria del Monte del credito su pegno di Milano, Milano, Giuffrè, 1966; Piero Compostella, Il Monte di pietà di Milano. Libro giornale (1506-1535) e Ordinazioni capitolari (1497-1580), Milano, Banca del Monte, 1973; Idem, Il Monte di pietà di Milano. L'istituto nella storia e nella vita milanese attraverso i secoli XV e XVI, Milano, Banca del Mont, 1973; Anna Antoniazzi Villa, A proposito di ebrei, francescani e Monti di pietà: Bernardino de Bustis e la polemica antiebraica nella Milano di fine 400, in Il francescanesimo in Lombardia. Storia e arte, Milano, Silvana, 1983, pp. 49-52; Franca Leverotti, La crisi finanziaria del Ducato di Milano alla fine del Quattrocento, in Milano nell'età di Ludovico il Moro. Atti del Convegno (Milano 28 febbraio - 4 marzo 1983), Milano, Comune di Milano, Archivio storico civico e Biblioteca Trivulziana, 1983, pp. 585-633; Giuliana Albini, Sulle origini dei Monti di pietà nel Ducato di Milano, in «Archivio storico lombardo», CXI (1985), pp. 67-112; Eadem, Il denaro e i poveri. L'istituzione dei Monti di pietà alla fine del Quattrocento, in La città e i poveri. Milano e le terre lombarde del Rinascimento all'età spagnola, a cura di Danilo Zardin, Milano, Jaca Book, 1995, pp. 59-70; Alberto Cova, Banchi e Monti pubblici a Milano nei secoli XVI e XVII, Banchi pubblici, Banchi privati e Monti di pietà nell'Europa preindustriale. Amministrazione, tecniche operative e ruoli economici. Atti del Convegno (Genova, 1-6 ottobre 1990), a cura di Paola Avallone, in «Società Ligure di Storia Patria», n.s., XXXI/1 (1991, pp. 327-340; Daniele Montanari, I Monti di pietà della Lombardia (secoli XV-XVIII). Prime riflessioni, in «Annali di storia moderna e contemporanea», II (1996), pp. 9-43; Idem, Banchi feneratizi e Monti di pietà in Lombardia, in Monti di pietà e presenza ebraica in Italia (secoli XV-XVIII), a cura di Daniele Montanari, Roma, Bulzoni, 1999, pp. 71-9; Emanuela Fraccaroli, Tra pubblico bene e privata utilità: il Monte di pietà di Milano dagli ordini del 1635 all'età napoleonica, Bologna, Il Mulino, 2008